«Essere Financial Advisor da sempre è stato il mio credo. Condividere con il mio Cliente, la mia disponibilità, la sicurezza, la trasparenza, la solidità e la serietà. Questo si ottiene solo se la cultura finanziaria viene condivisa e vissuta con il mio Cliente. Aiutami ad aiutarti.»

venerdì 14 giugno 2013

Nuove regole per le SGR

Sono entrate in vigore le nuove regole per le SGR. 

Secondo quanto pubblicato sul sito di Assogestioni, associazione che riunisce le società di gestione operative in Italia, venerdì 14 giugno 2013 , entra in vigore il Provvedimento dell’8 maggio 2013, recante le modifiche al Regolamento sulla gestione collettiva del risparmio dell’8 maggio 2012. 

 

Il provvedimento, in realtà, uniforma le regole italiane agli Orientamenti ESMA su questioni relative agli ETF  ( Prendere posizione in tempo reale sul mercato su cui si vuole investire replicando il rendimento dell'indice stesso, una sola operazione e in tempo reale ) , e ad altri OICVM  (Organismo di Investimento Collettivo in Valori Mobiliari)  Intermediari finanziari specializzati nell’investimento collettivo in valori mobiliari, introdotti nell’ordinamento italiano dal d. legisl. 84/1992 (direttiva 1985/611/CEE) e poi disciplinati dal Testo Unico della Finanza  TUF, (ESMA/2012/832) introducendo importanti modifiche in tema di gestione del rischio degli OICR aperti armonizzati. Ma anche di quelli non armonizzati, dei fondi riservati e dei fondi chiusi.

 

Ma le novità, alle quali dovranno adeguarsi le SGR fin dal 15 giugno, riguarderanno anche i prospetti contabili degli OICR aperti e i criteri generali e il contenuto minimo del regolamento di gestione degli OICR aperti. "È noto, infatti" scrive l'associazione delle SGR "che gli Orientamenti dell’ESMA, al fine di uniformare alcune pratiche di regolamentazione forniscono indicazioni specifiche nel caso in cui un OICR adotti tecniche di gestione efficiente del portafoglio, utilizzi total return swap, si esponga a indici finanziari attraverso l’investimento in strumenti finanziari derivati oppure replichi l’andamento di indici finanziari. Ulteriori indicazioni in tema di rischio di controparte e gestione delle garanzie (cd. collateral) sono inoltre previste per le operazioni con strumenti finanziari derivati OTC e per le tecniche di gestione efficiente del portafoglio. Infine specifiche previsioni sono infine previste per gli OICR ETF".

 

Da segnalare, infine, il regime transitorio per tutti gli OICR istituiti prima del 14 giugno 2013. Questi strumenti avranno a disposizione 12 mesi per conformarsi alle nuove disposizioni.


0 commenti:

Posta un commento